Il nostro sito richiede javascript abilitato o alcune funzioni potrebbero essere non disponibili. Attiva javascript nel tuo browser

news

Avreste mai immaginato che il dolore al ginocchio potesse essere un campanello di allarme del rischio di mortalità? I ricercatori dell'Università di Oxford e del King's College di Londra hanno evidenziato che in pazienti con dolore al ginocchio, con o senza positività di osteoartrosi all'accertamento radiografico (OA), c'è un significativo aumento del rischio di mortalità per tutte le cause e di mortalità specifica per problemi cardiovascolari nelle donne. E' quanto riportato in un lavoro pubblicato su Annals of Rheumatic Diseases.

C’è una crescente evidenza che il basso grado di infiammazione sistemica, legata al tessuto adiposo, è associata a dolori articolari, incidenza di alterazioni radiografiche, sviluppo di malattie cardiovascolari (CVD) e collegamento alla patogenesi del cancro. Rispetto ai soggetti senza OA, pazienti con protesi articolari totali hanno un aumento del rischio del 26% di CVD. Inoltre, una popolazione più giovane di mezza età con OA ha una prevalenza di sindrome metabolica di cinque volte maggiore. La prova più evidente di una relazione tra OA e mortalità viene da uno studio osservazionale in cui pazienti con sintomi radiografica KOA (osteoartrosi del ginocchio) e/o OA dell'anca sono stati selezionati e sono risultati ad aumentato rischio di mortalità rispetto alla popolazione generale. Un altro recente studio dimostra una significativa associazione tra eccesso di mortalità e KOA sintomatica (ma non radiografico). L’OA della mano è stata associata ad un rischio di morte prematura da CVD nella popolazione finlandese di età superiore ai 30 anni.Al contrario, una pubblicazione più recente dimostra che non esiste alcuna associazione tra un eccesso di mortalità e OA della mano, nonostante un aumento del rischio di eventi coronarici in una popolazione con OA sintomatica della mano. Era giunta l’ora di fare chiarezza.L’obiettivo di questo studio è stato quello di esaminare la relazione tra KOA e OA della mano e il rischio di mortalità in una coorte longitudinale, basata su una comunità con 23 anni di follow-up. I partecipanti sono stati divisi in quattro sottogruppi sulla base della presenza o dell’assenza di dolore e osteoartrosico confermato radiograficamente (ROA):  (Dolore-/ ROA-; Dolore + / ROA-; Dolore-/ ROA +; Dolore + / ROA +). Il dolore è stato definito come dolore sito-specifico nel mese precedente, mentre il ROA sito-specifico è stato definito un’artrosi superiore al grado 2 della classificazione di Kellgren-Lawrence.La valutazione della mortalità per tutte le cause, per malattie cardiovascolari e per cancro nei 23 anni di follow-up si è basata sulle informazioni raccolte dall'Ufficio per le statistiche nazionali. Le associazioni tra sottogruppi e mortalità per tutte le cause e causa-specifica sono state valutate utilizzando la regressione di Cox, aggiustata per età, indice di massa corporea, fattori di rischio cardiovascolare tipici, occupazione, attività fisica, malattia cardiovascolare, livelli di glucosio e uso di farmaci esistenti.I risultati hanno mostrato che nell’analisi sono state incluse 821 e 808 donne, rispettivamente per le analisi sul ginocchio e sulla mano. Rispetto il gruppo dolore-/ ROA- al ginocchio, il gruppo dolore + / ROA- ha avuto un aumento del rischio di mortalità specifica cardiovascolare (HR 2,93 (95% CI 1,47-5,85)), mentre il gruppo dolore +/ ROA + al ginocchio aveva un HR aumentata di 1,97 (95% CI 1,23-3,17) per tutte le cause e di 3,57 (95% CI 1,53-8,34) per la mortalità specifica per CVD. I ricercatori non hanno trovato alcuna associazione tra l'OA della mano e la mortalità.In conclusione, questo studio evidenzia un significativo aumento del rischio di mortalità da tutte le cause e di mortalità specifica per problemi cardiovascolari nelle donne che hanno dolore al ginocchio con o senza ROA (ma non ROA da solo). Nessuna relazione è stata trovata tra l'OA mano e rischio di mortalità. Ciò suggerisce che il dolore al ginocchio, più che i cambiamenti strutturali dovuti all’osteoartrosi, è il principale motore di eccesso di mortalità nei pazienti con OA.

 
Emilia Vaccaro
 
Kluzek S. et al. Painful knee but not hand osteoarthritis is an independent predictor of mortality over 23 years follow-up of a population-based cohort of middle-aged women.Ann Rheum Dis. 2016 Oct;75(10):1749-56. doi: 10.1136/annrheumdis-2015-208056.