Il nostro sito richiede javascript abilitato o alcune funzioni potrebbero essere non disponibili. Attiva javascript nel tuo browser

news

Uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Pain Research, ha evidenziato che il trattamento con pregabalin, ma non con duloxetina, è in grado di migliorare i punteggi di dolore e funzione nei pazienti con osteoartrosi della mano. L'osteoartrosi (OA) è l'artrosi più diffusa in tutto il mondo ed è caratterizzata da dolore cronico e da alterazione della funzione fisica. Quando colpisce la mano è prevalente il dolore oltre a una ridotta funzione che provoca gravi problemi per le persone affette. Il dolore e funzione ridotta pongono enormi oneri per i pazienti e per i servizi sanitari. Anche se sono disponibili diversi agenti farmacologici per la gestione del dolore da OA, tra cui paracetamolo, farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) e oppiacei, una grande parte dei pazienti continua a soffrire di dolore cronico nonostante sia in trattamento con questi farmaci. I recenti studi hanno sollevato domande sui trattamenti attuali, suggerendo che il paracetamolo ha una bassa efficacia nel controllo di questo tipo di dolore. Come sottolineano gli autori del lavoro, diventa necessario pensare a nuovi approcci verso questo enorme problema di salute pubblica. I farmaci analgesici ideali in OA dovrebbero consentire un sollievo sostenuto dal dolore in modo dose-dipendente e con pochi effetti collaterali. Agenti ad azione centrale come il pregabalin e la duloxetina potrebbero soddisfare questi criteri, ma non sono stati ad oggi studiati per l’OA. La duloxetina è un inibitore della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI) che ha mostrato efficacia per migliorare il dolore al ginocchio in pazienti con osteoartrosi. Tuttavia, nessun precedente studio ha valutato la duloxetina nell’OA della mano. Dall’altro lato, l'interesse verso i gabapentinoidi per il trattamento dell’artrosi è cresciuto poiché il gabapentin inibisce la sensibilizzazione del dolore. Il dolore da artrosi può essere migliorato da FANS e pregabalin in OA. Studi precedenti (Ohtori et al) hanno evidenziato che il pregabalin combinato con il meloxicam è più efficace per il dolore al ginocchio da OA rispetto alla monoterapia e uno studio di Arendt-Nielsen ha mostrato che il dolore e la sensibilizzazione vengono migliorati dai FANS, sempre considerando come target il ginocchio. Gli autori hanno ipotizzato che gli analgesici funzionanti a livello centrale possano alleviare
il dolore artrosico. Hanno, quindi, condotto uno studio proof of concept, randomizzato, controllato con placebo in cui sono state confrontate la duloxetina e il pregabalin al placebo per il controllo del dolore alla mano in pazienti con OA. Sono stati utilizzati endpoint primari convalidati per il dolore, endpoint secondari per la sensibilizzazione del dolore con QST, e punteggi relativi a depressione e ansia. In questo studio prospettico, 65 pazienti (da 40 a 75 anni) con osteoartrosi della mano e con un punteggio sulla scala numerica di valutazione superiore a 5 hanno ricevuto, random, la terapia con duloxetina, pregabalin o placebo per 13 settimane. Il dolore è stato valutato sulla scala di valutazione numerica e attraverso l’indice del dolore AUSCAN (Australian and Canadian Hand Osteoarthritis Index) che valuta anche rigidità e funzione. I punteggi del dolore sono stati significativamente diversi tra i 3 gruppi dopo 13 settimane (p=0.008). Nei campioni delle analisi intention-to-treat, il pregabalin ha migliorato il dolore misurato con la scala di valutazione numerica e con la scala del dolore AUSCAN (p=0.02 e p=0.008 rispettivamente). Pregabalin ha inoltre migliorato i punteggi delle funzioni come indicato dal punteggio AUSCAN (p=0.009). Nessun miglioramento è stato osservato nel gruppo duloxetina rispetto al placebo nell'analisi intention-to-treat (p>0.05), ma un miglioramento significativo è stato osservato nell'analisi per protocol per duloxetina rispetto al placebo (p=0.03). In conclusione, come evidenziato dagli autori: "Quando i pazienti continuano ad avere dolori a causa dell’osteoartrosi della mano, nonostante siano in trattamento con analgesici convenzionali come il paracetamolo o farmaci antinfiammatori non steroidei, pregabalin può fornire un'alternativa realistica per il controllo di tale dolore".

Sofat N. et al. The effect of pregabalin or duloxetine on arthritis pain: a clinical and mechanistic study in peoplewith hand osteoarthritis. J Pain Res. 2017 Oct 10;10:2437-2449. doi: 10.2147/JPR.S147640. eCollection 2017.